mercoledì 18 gennaio 2012

Osposidda 27 anni fa la tragedia

È ancora vivo e forte, nella memoria dei Mogoresi, il ricordo dei tragici fatti di sangue, accaduti nelle campagne tra i comuni di Orgosolo e Oliena, in località “Osposidda” il 18 Gennaio 1985;
Quattro fuorilegge sequestrarono l’imprenditore di Oliena Tonino Caggiari, subito intercettati non si arresero, seguì un conflitto a fuoco durato diverse ore, il cui esito fu una carneficina.
Sul campo rimasero i quattro latitanti e il sovrintendente della Polizia di Stato,Vincenzo Marongiu di Mogoro.

Nel 2010, nella ricorrenza del 25ennale, l'Amministrazione comunale di Mogoro, con l’intento di ricordare con tutti gli onori, questo nostro concittadino, caduto nell’esercizio del suo dovere, d'intesa con i familiari e le competenti Istituzioni civili, militari e religiose, ha programmato la celebrazione di una Santa messa, presso la Chiesa Parrocchiale di San Bernardino in Mogoro, officiata da sua eccellenza Monsignor Dettori. Si sono poi tenuti diversi interventi commemorativi, il sottoscritto in qualità di sindaco, ha fatto dono di una targa commemorativa alla famiglia.

Si è infine posato una corona, sulla tomba del defunto, nel camposanto comunale.
Al sovrintendente della Polizia di Stato,Vincenzo Marongiu, è stata intitolata una via del paese.

Ad oggi 18 gennaio 2012, sono trascorsi ben 27 anni, da questo evento di sangue, sensazioni ed emozioni forti, poi trasposte poeticamente da Paolo Pillonca e cantate da Piero Marras, fatti che hanno turbato la coscienza di tante persone ancora per lunghi anni.

Ecco le cronache dell'epoca.
 il testo della canzone



Nessun commento:

Posta un commento