mercoledì 21 dicembre 2016

Sull' ITC e recesso da Sa Corona Arrubia - (Mogoro di lutto in lutto)

 
Dopo il grave lutto che ha colpito Mogoro e la Marmilla in materia di Istruzione scolastica, a causa della scomparsa dell'ex ITC di via Murenu, senza che si sia alzata una voce,  ne politica ne istituzionale nella RIUNIONE DEL 07/12/2016, sulla PROPOSTA DI DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO per l'ANNO 2017/2018 elaborata dalla PROVINCIA DI ORISTANO a conduzione Amministratore Straordinario illeggittimo targato #PD - http://www.provincia.or.it/.galleries/doc-notizie-vecchie/DIMENSIONAMENTO-SCOLASTICO-2017_2018.pdf, un altra grave e repentina mancanza, e di impoverimento culturale, colpisce inesorabilmente il nostro tormentato territorio e la nostra comunità in particolare.

Ieri 20 dicembre 2016, per volontà della maggioranza di sinistra PD & c, di Mogoro che cambia... sempre più in peggio, in Consiglio comunale, su relazione politica del Sindaco, è stata  proposta e poi votata la seguente deliberazione:

Il consiglio Comunale

Richiamata la deliberazione n. 26 del 25 maggio 1999, con la quale veniva approvato lo Statuto del Consorzio Turistico della Marmilla “Sa Corona Arrubia”e il relativo schema di convenzione.

Preso atto che lo Statuto del Consorzio e la relativa convenzione è stato, sotto la forma di atto pubblico-amministrativo a Rogito del Segretario del Consorzio rep. n. 38, controfirmato da tutti i Sindaci dei comuni aderenti, stipulato il 25.11.1999 e registrato al n. 1250 Mod.1 all’Ufficio del Registro di Sanluri. 

Accertato che la durata del consorzio è stata fissata in anni 20 a partire dalla data di sottoscrizione della convenzione e che, pertanto, la scadenza naturale è il 24.11.2019.

Preso atto che il Comune di Mogoro partecipa alla gestione consortile in ragione del 5,55%.

Richiamato l’art.4 della Convenzione che testualmente recita: “Prima della scadenza convenzionale dell’accordo di cooperazione ciascun ente ha facoltà di presentare richiesta di recesso entro il mese di giugno. La proposta di recesso deve  essere accettata da tutti gli enti previa verifica dei presupposti che legittimano la esistenza del consorzio. Il recesso, con decorrenza dal 1° gennaio dell’anno successivo, viene recepito nel provvedimento di approvazione con le forme e  le modalità prescritte dall’art. 25, comma secondo della legge 142/90, contenente le opportune modifiche da apportare alla convenzione. L’ente che recede rimane obbligato per gli impegni assunti, rispetto all’anno in corso, inoltre che per le obbligazioni permanenti. Gli enti che recedono hanno diritto alla quota patrimoniale formata dal momento del loro recesso dal Consorzio.”

Ritenuto non sussistano più i presupposti che legittimano la permanenza di questo ente nel Consorzio Turistico della Marmilla “Sa Corona Arrubia” non risultando, tale partecipazione, strategica per l’Ente nel quadro normativo di riferimento.

Acquisito il parere favorevole circa la regolarità tecnica, attestante la regolarità e correttezza dell’azione amministrativa, del Segretario Comunale.
 
PROPONE

Di recedere, con decorrenza immediata, dal Consorzio Turistico “Sa Corona Arrubia” atteso che detta partecipazione non risulta più strategica per l’Ente.

Di incaricare il Responsabile del Servizio di procedere all’esercizio del diritto di recesso e di liquidare la partecipazione nel rispetto dei diritti patrimoniali e giuridici del Comune.

Di incaricare la Giunta di monitorare lo stato di attuazione della liquidazione per la tutela del patrimonio dell’Ente.

Di dichiarare la presente immediatamente esecutiva.

Unico intervento dissonante, quello del sottoscritto,  che a nome  della minoranza è dapprima intervenuto nella discussione per ricordare gli aspetti positivi documentati e storicizzati nei 17 anni di adesione al Consorzio.

Esperienza importante, grazie alla quale, Mogoro ed il suo territorio è cresciuto  costruendo e collaborando a sinergie importanti, quali per esempio le misure del POR 2.1 e 2.3: Interventi materiali ed immateriali su Cuccurada, la costruzione dell'Anfiteatro Comunale e altri interventi strutturali.

Ho invitato, in conclusione, la maggioranza a ritirare il punto e attendere la scadenza naturale del sodalizio, previsto al 2019.

La proposta non è stata accolta, il sindaco ha deciso di mettere ai voti il recesso, senza che nessun consigliere di maggioranza prendesse la parola sull'argomento.

Al termine ho ritenuto di consegnare la mia dichiarazione di voto agli atti, affinchè restasse traccia documentale di questo ulteriore impoverimento delle opportunità di crescita culturale e turistica e di un ulteriore isolamento, stante anche la circostanza che in tali materie specialistiche e specifiche, nessuna funzione delle 16 già effettuate, ne simile ne analoga, è stata mai delegata o trasferita all'Unione dei Comuni.

Cc del 20.12.2016
Sul 2 punto aggiuntivo
Al segretario, con richiesta di inserimento a verbale.

La proposta della maggioranza, di recesso dal Consorzio Sa Corona Arrubia, posto che ne facciamo parte sin dalla sua nascita, avvenuta nel 1999 e, quindi dopo 17 anni di adesione, ritengo sia una scelta da non condividere.

La nostra presenza in questi anni, sotto l'aspetto culturale e turistico, ci ha segnato positivamente con esperienze importanti, ha significato, anche per Mogoro un'opportunità di crescita, consentendoci di entrare in circuiti virtuosi, e di ottenere finanziamenti e risorse apprezzabili, con la partecipazione a bandi regionali ed europei, ai quali, partecipandovi da soli non avremmo avuto possibilità di successo.

Tutto ciò appare politicamente e amministrativamente incomprensibile, anche alla luce del fatto che la durata del sodalizio è prevista per 20 anni, e cioè sino al 2019.

Deliberando oggi, gli effetti, per statuto, decorreranno comunque dal 2018, posto che la volontà del Consiglio, doveva essere espressa entro giugno dell'anno in corso, per  poter sviluppare i suoi effetti giuridici dal primo gennaio dell'anno successivo.

Salva, in ogni caso, l'accettazione da parte dei comuni aderenti, che devono esprimere il loro consenso.

Ritengo sia il caso di attendere la scadenza naturale del 2019, anche al fine eventuale di rimodulare e rinegoziare strategie, programmi, regole, in materie per le quali, non mi pare che altri organismi territoriali, possano vantare esperienza e capacità.

Preso atto della mancata accettazione della mia proposta sul ritiro del punto.

In Assenza, per i motivi suddetti, voto convintamente contro la delibera agli atti per il recesso del Comune di Mogoro dal Consorzio Sa Corona Arrubia.
Il consigliere
Gianni Pia

Nessun commento:

Posta un commento